• Stampa pagina
  • Area riservata
  • Versione alto contrasto
  • Versione standard

Prima Domenica di Avvento

  pubblicata il 03/12/2017

 
L’anno B del ciclo triennale delle letture è l’anno di Marco. Eppure non si comincia dal paragrafo iniziale del suo Vangelo, che sarà oggetto di lettura nella settimana prossima: si parte dal punto in cui terminerà la penultima settimana dell’anno, con l’annuncio del ritorno di Cristo: “Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria”. 
A prima vista, ciò può sembrare strano ed illogico. Invece, nella liturgia, c’è un’estrema sottigliezza nell’effettuare il cambiamento di tono: la nostra attenzione, che nelle ultime settimane era centrata sul giudizio e sulla fine del mondo, si sposta ora sul modo di accogliere Cristo: non con paura, ma con impazienza, proprio come un servo che attende il ritorno del padrone (Mc 13,35). 
In quanto preparazione al Natale, l’Avvento deve essere un tempo di attesa nella gioia. San Paolo interpreta il nostro periodo d’attesa come un tempo in cui dobbiamo testimoniare Cristo: “Nessun dono di grazia più vi manca, mentre aspettate la manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo” (1Cor 1,7).
 

Galleria immagini  

immagine immagine immagine

Calendario

Marzo 2019               <<   <    >  >>  
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Menu principale


Box Newsletter

 
iscriviti    cancellati  

Ricerca


Link Diretti

nel nostro sito